Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

La storia del design in mostra alla Pinacoteca Agnelli

A Torino, fino al 22 febbraio 2015, la Pinacoteca Agnelli ospita una mostra curata dal designer italiano Martino Gamper sugli oggetti che hanno fatto la storia del design, e su se stesso, infatti il titolo è "Martino Gamper: design is a state of mind".

Nella mostra, organizzata in collaborazione con Serpentine Galleries di Londra e il Museion di Bolzano, Gamper ha messo in esposizione alcune librerie e mobili che raccontano la storia del design e il loro impatto sul vivere quotidiano dagli anni Trenta ad oggi; pezzi unici, oggetti del design industriale o funzionale, ma anche lavori commissionati.

Tra i designer in mostra abbiamo nomi eccellenti come Franco Albini, Ercol, Charlotte Perriand, Gaetano Pesce, Giò Ponti, Ettore Sottsass e collezioni di Enzo Mari, Paul Neale, Max Lamb & Gemma Holt, Jane Dillon, Michael Marriott, Sebastian Bergne, Fabien Cappello, Adam Hills, Michael Anastassiades, Andrew Mc Donagh & Andreas Schmid, Daniel Eatock e dello stesso Martino Gamper. Accanto all'oggetto icona di design si trova, per esempio, un mobile di design industriale di Ikea o Dexion.

A riguardo il designer Gamper la pensa così: “Non c’è un design perfetto e non c’è un über-design. Gli oggetti ci parlano. Alcuni possono essere più funzionali di altri, ma l’attaccamento emotivo è soggettivo. La mostra svela un modo intimo di collezionare e mettere insieme oggetti, sono pezzi che raccontano una favola".

La storia del design in mostra alla Pinacoteca Agnelli

Foto derivata da questa foto di Pinacoteca Givanni e Marella Agnelli

Le fotografie appartengono ai rispettivi proprietari. Ad culture: portale di informazione su architettura e design non rivendica alcuna paternità e proprietà ad esclusione di dove esplicitata.
Vi invitiamo a contattarci per richiederne la rimozione qualora autori.