Skip to content Skip to sidebar Skip to footer
Tavolino o libreria? Una doppia faccia "rossa" di design
Tavolino o libreria? Una doppia faccia “rossa” di design
Alla ricerca di oggetti di colore rosso che possano dare una nota di colore e magari una doppia funzionalità alla vostra casa? Il designer Rodolfo Bonetto ha ideato nel 1969 4/4 un oggetto double face che può diventare sia un tavolino che una libreria componibile.
Un "Netto" tavolo di design
Un “Netto” tavolo di design
Disegnato da Giuseppe Gioia per Formabilio, “Netto” è un tavolo di design elegante e funzionale allo stesso tempo. Il suo design si esprime nelle linee decise ed emerge dal contrasto tra i materiali che lo compongono, l’acciaio e il legno.
Plèilu: il tavolino salvaspazio
Plèilu: il tavolino salvaspazio
Karn Del Fabbro, azienda friulana che dal 1949 propone arredi in legno massello, presenta Plèilu, in dialetto friulano significa "piegalo", un tavolino salvaspazio, che si piega facilmente su stesso, riuscendo ad avere, una volta chiuso, uno spessore di soli 4 centimetri. [img1]È il tavolino ideale da tenere in casa per le emergenze o quando non…
Conviviale ed elegante: il tavolo bistrot "Henry"
Conviviale ed elegante: il tavolo bistrot “Henry”
Raffinato, pratico ed elegante. Il tavolo bistrot "Henry" di Cattelan Italia dalle linee circolari, con base realizzata in acciaio inox, colonna in acciaio cromato e piano in cristallo trasparente, sabbiato o colorato nero è anche un valido prodotto di arredamento interni. Ideale in salotti moderni può rappresentare uno strumento utile per l'accoglienza di parenti e…
Il tavolo "intelligente" pluripremiato
Il tavolo “intelligente” pluripremiato
Mat è il tavolo vincitore del premio Red Dot Product Design 2014 e del Good Design 2013. Dal design sapiente e materiali innovativi, è venuto fuori questo prodotto disegnato da Piervittorio Prevedello per Infiniti.
I Ceramic-tables di Elisa Strozyk
I Ceramic-tables di Elisa Strozyk
Per la creazione di Ceramic-tables, Elisa Strozyk ha impiegato diversi smalti liquidi fusi sotto l’effetto della rotazione meccanica e dei movimenti dell’aria, per ottenere forme fluide e segni di fumo che bruciando solidificano in uno strato duro.