Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

Cité des Affaires di Saint-Etienne

La "Cité des Affaires" di Saint-Etienne è stata creata dallo studio parigino di Manuelle Gautrand, e serve a far capire come anche gli edifici pubblici possano essere originali.
Il lotto coinvolto in questa operazione è situato vicino alla Stazione di Saint-Etienne, in una zona coinvolta in una profonda trasformazione e in una veloce densificazione. Per inserirsi in questo divenire, l'idea di Manuelle Gautrand era di creare un volume continuo, una forma sinuosa che ora si appoggia a terra ora si impenna a creare grandi passaggi, in discontinuità con la forma chiusa degli altri isolati.

La continuità di questo volume garantisce anche un'ottima flessibilità: in qualsiasi momento le funzioni ospitate nell'edificio potranno riorganizzarsi per aumentare o diminuire la loro superficie a vantaggio o svantaggio di un altro.

Il "serpente azteco" si muove su più piani, generando sovrapposizioni prospettiche e scorci suggetsivi per i visitatori che si muovono fra le sue volute geometriche. Le facciate sono ricoperte di vetrate grigie-blu su tre lati, mentre la quarta è trattata con un brillante colore giallo: un marcatore di luce, un segnale urbano che favorisce la lettura del progetto e ne sottolinea l'eccezionalità.

Hai trovato interessante l’articolo “Cité des Affaires di Saint-Etienne”?

All’interno delle pagine del portale, puoi trovare numerose news ed altri contenuti di approfondimento relativi al mondo dell’architettura, arredamento e design ed, in modo particolare, alle tematiche: Architettura.
Buona lettura!

Le fotografie appartengono ai rispettivi proprietari. Ad culture: portale di informazione su architettura e design non rivendica alcuna paternità e proprietà ad esclusione di dove esplicitata.
Vi invitiamo a contattarci per richiederne la rimozione qualora autori.