Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

“Shakespeare’s garden”, a Siena arriva l’artista newyorkese Ken Buhler

Esiste un legame tra poesia e arti figurative? Risposta affermativa, ci sono versi che determinano colori e che ispirano forme. Di questo e altro si parlerà a Siena al prossimo incontro in programma della rassegna “stARTers – assaggi d'arte” con il pittore newyorchese Ken Buhler al Siena Art Institute. L'appuntamento è per martedì 2 dicembre alle ore 18, la presentazione avverrà in lingua inglese.

Ken Buhler è uno di quegli artisti che prende ispirazione dal linguaggio per dare forma alle proprie idee visive. La sua ultima serie di dipinti, “Shakespeare's Garden”, è fortemente ispirata alle espressioni che Shakespeare usa per descrivere il mondo naturale. Oltre ad utilizzare le descrizioni in sé come catalizzatori di idee visive (si contano almeno 150 differenti specie botaniche nell'opera di Shakespeare), Buhler ha fatto un lavoro di ricerca sui disegni dei tessuti e degli elementi decorativi di epoca Elisabettiana.

La serie Shakespeare's Garden, comprende sia tele di grande formato sia acquarelli su carta è mira a fondere tutti questi diversi strati di esperienza in colori, superficie e forme.

Le fotografie appartengono ai rispettivi proprietari. Ad culture: portale di informazione su architettura e design non rivendica alcuna paternità e proprietà ad esclusione di dove esplicitata.
Vi invitiamo a contattarci per richiederne la rimozione qualora autori.