Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

Termina il concorso per la ricostruzione della Nuova Piazza d’Armi a L’Aquila

Il concorso di architettura bandito dal Comune dell’Aquila è terminato. Era stato promosso per la ricostruzione della Nuova Piazza d'Armi, una parte della città drammaticamente colpita dal terremoto del 2009. Ad aggiudicarsi la gara, indetta nel febbraio scorso, è il gruppo romano Modostudio, composto da Fabio Cibinel, Roberto Laurenti e Giorgio Martocchia.

L'approccio progettuale adottato da Modostudio è stato quello di concepire un'astrazione decontestualizzata rispetto alla città adiacente, ma in stretta relazione con il paesaggio disegnato in prossimità delle montagne. Il nuovo parco intende, pertanto, porsi come elemento principale per la vita della città: al suo interno saranno realizzati un edificio polifunzionale, che sarà al tempo stesso luogo di rappresentazione, di svago e nuovo cuore propulsore dell'Aquila.

Gli elementi funzionali progettati per delimitare il lotto della piazza, sono stati pensati come risultato di una forza centripeta, che dal tessuto urbano li spinge verso il centro dello spazio pubblico secondo un andamento curvilineo, creando una sorta di filtro tra l'area urbanizzata adiacente e quella del parco verde.

A ricordare il dramma vissuto dalla città e dalla popolazione a causa del sisma avvenuto lo scorso 2009 i progettisti hanno scelto di allestire alcune installazioni aritstiche lungo i muri che definiscono la piazza, costituite da oggetti d'uso comune del vivere quotidiano, al fine di riproporre le vesti della piazza come una grande tela bianca cosparsa di macchie di colore, metafora di una città in fase di rinascita.

Hai trovato interessante l’articolo “Termina il concorso per la ricostruzione della Nuova Piazza d’Armi a L’Aquila”?

All’interno delle pagine del portale, puoi trovare numerose news ed altri contenuti di approfondimento relativi al mondo dell’architettura, arredamento e design ed, in modo particolare, alle tematiche: Architettura.
Buona lettura!

Le fotografie appartengono ai rispettivi proprietari. Ad culture: portale di informazione su architettura e design non rivendica alcuna paternità e proprietà ad esclusione di dove esplicitata.
Vi invitiamo a contattarci per richiederne la rimozione qualora autori.