Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

Sulla scia dello “slowdesign”, nasce il mobile T

Un oggetto creato per essere utilizzato in più modi è il "mobile T", progettato dallo studio aretino SuperPlum e realizzato da artigiani di Arredamenti Caneschi e Officine Sbragi, sempre in provincia di Arezzo.

I materiali utilizzati per questo mobile sono vari: dalla gomma al metallo, al truciolare, al sucupira, al palissandro al medium densit; il tutto assemblato ispirandosi ai colori e alle forme della Toscana e dei suoi mastri artigiani.

Lo studio, fondato ad Arezzo dal designer Leonardo Coradeschi e dagli architetti Giuliana Frangipani ed Emanuele Petrucci, crea, progetta infatti spazi e prodotti dalla forte identità, dove il recupero dei materiali segue proprio la natura. Si tratta di un team di professionisti poliedrici e dinamici, con un occhio di riguardo alla tradizione manifatturiera toscana sempre però stando attenti ai nuovi trend del design internazionale.

Sulla scia dello "slowdesign", nasce il mobile T

Foto derivata da questa foto

Foto derivata da questa foto

Le fotografie appartengono ai rispettivi proprietari. Ad culture: portale di informazione su architettura e design non rivendica alcuna paternità e proprietà ad esclusione di dove esplicitata.
Vi invitiamo a contattarci per richiederne la rimozione qualora autori.