Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

Abitare la “nuova” Colle Val d’Elsa progettata da Jean Nouvel

Siamo andati in gita alla Fabbrichina di Colle Val d'Elsa, in provincia di Siena, che è tornata a nuova vita per mano del noto architetto di fama internazionale Jean Nouvel. Si è trattato di un ambizioso progetto di recupero e riqualificazione urbana dell’ex area industriale di Colle, famosa per la produzione di cristallo. I lavori sono coordinati dall'architetto Iginio Rossi, incaricato del masterplan degli spazi pubblici comprendenti il centro storico di Colle Alta e il centro urbano di Colle Bassa.

In questo luogo si concentrano architettura, storia, residenza, servizi, cultura (con la realizzazione della mediateca) e tempo libero, contribuendo alla rivitalizzazione della parte bassa di Colle Val d’Elsa collegata alla parte alta. Più di 16mila metri quadrati saranno restituiti, entro il 2015, alla città per essere vissuti.

Abitazioni di qualità alta, in parte costruite ex novo e in parte ricavate dal recupero dei vecchi edifici industriali, fanno parte integrante di un armonioso equilibrio tra antico e moderno basato sulla qualità, funzionalità, accessibilità e sostenibilità ambientale.

Fulcro della rivitalizzazione delle attività commerciali è il centro Colgirandola, sorto nel giugno 2006 come nuovo modo di organizzare il commercio, l'artigianato e i servizi. All'in

Oltre al recupero della Fabbrichina, a Colle Val d’Elsa, Jean Nouvel ha progettato altri interventi fra cui l'impianto di risalita "Il Baluardo”, che collega Colle Alta a Colle Bassa, e la riqualificazione di piazza Arnolfo, cuore della città. Quest'ultimo intervento è stato significativo per la città anche sotto il profilo della partecipazione che ha visto protagonisti le scuole, gli operatori e molti cittadini. Grazie anche a queste forze sociali, la piazza può contare oggi su una maggiore valorizzazione di elementi come acqua e verde. Piazza Arnolfo, dopo il nuovo restyling, è divisa in tre parti: il lato adiacente via Mazzini è pavimentato a riquadri con l'uso di marmo bianco e nero alternato e l'utilizzo di pietra di Santa Fiora; il centro, dove si trova il monumento ai Caduti, è pavimentato con pietra serena ed è delimitato da una serie di colonnini, di forma rotonda; il lato della vecchia stazione, invece, conta su una pavimentazione radiale, con lo stesso sistema usato per l'altro lato, e ospita al centro una fontana.

Hai trovato interessante l’articolo “Abitare la “nuova” Colle Val d’Elsa progettata da Jean Nouvel”?

All’interno delle pagine del portale, puoi trovare numerose news ed altri contenuti di approfondimento relativi al mondo dell’architettura, arredamento e design ed, in modo particolare, alle tematiche: Architetture.
Buona lettura!

Le fotografie appartengono ai rispettivi proprietari. Ad culture: portale di informazione su architettura e design non rivendica alcuna paternità e proprietà ad esclusione di dove esplicitata.
Vi invitiamo a contattarci per richiederne la rimozione qualora autori.