Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

Le tre città italiane più smart: Milano, Bologna e Firenze

Secondo l’indice ICity Rate, Milano è la città più smart d’Italia per quanto riguarda le performance urbane in fatto di innovazione, accessibilità, tecnologia e mobilità. Il punto debole resta tuttavia quello ambientale. 72 sono infatti gli indicatori statistici seguiti per stilare la classifica, che coprono sei aree fondamentali: economy, living, environment, mobility, people (cioè del capitale sociale), governance. Il capoluogo lombardo è seguito poi da Bologna e Firenze.

La classifica elaborata da ICity Lab ha premiato soprattutto gli investimenti effettuati anche in vista di Expo 2015. In particolare, dal 2011, a Milano sono stati promossi 70 progetti smart con risultati positivi: oltre 6mila km di fibra ottica installati, oltre 64 nuove app sviluppate, circa 500 hot spots Wi-fi messi in funzione, 3.500 biciclette in condivisione, 120mila iscritti al servizio di car sharing e il superamento del 50% nella raccolta differenziata grazie alla copertura del 100% del territorio per quanto riguarda l’umido.

Il riconoscimento arriva preciso dopo la nascita dell’Associazione Milano Smart City, che avrà il compito di coordinare i progetti per rendere la città sempre piu smart e intelligente e di valutare la partecipazione della città ai bandi europei del programma Horizon 2020. La metropoli punta adesso ad attrarre finanziamenti dai ministeri e dall’Europa per concorrere con le altre grandi realtà come Londra, Parigi, Berlino, Amsterdam e Zurigo, anche se la distanza dalle città smart internazionali rimane ancora grande.

Tuttavia Milano ha ottenuto pochi punti in più rispetto a Bologna: 623 punti contro 610 della città emiliana. Il capoluogo lombardo ha superato tutti per il suo primato nell’economy e nel living. Al terzo posto delle classifica delle città capoluogo di provincia italiane più smart si è piazzata Firenze con 558 punti, a pari merito con Bologna e Torino nel settore della governance. Seguono Modena, Padova, Venezia, Ravenna, Reggio Emilia, Trieste e Parma. Trento, che era prima in classifica un anno fa, è scivolata invece al 13° posto, confermando il primato per quanto riguarda l'enviroment. Mentre Venezia primeggia nel settore della mobility e Ravenna in quello delle people.

La migliore tra le realtà del Sud-Italia è Cagliari, che si ferma al 60° posto. Seguono Pescara al 62° e L’Aquila al 64°, che insieme a Bari e Sassari costituiscono la fascia più avanzata del Mezzogiorno.

I nuovi treni della metropolitana di Milano per l'Expo

Foto derivata da questa foto di Expo2015.org

Le fotografie appartengono ai rispettivi proprietari. Ad culture: portale di informazione su architettura e design non rivendica alcuna paternità e proprietà ad esclusione di dove esplicitata.
Vi invitiamo a contattarci per richiederne la rimozione qualora autori.