Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

Conto termico 2013

Dal decreto dei ministri dello Sviluppo economico e dell'Ambiente del 28 dicembre 2012 che ha l'obiettivo di promuovere l'efficienza energetica dei soggetti pubblici e privati, il conto termico entra a far parte delle leggi per le energie rinnovabili.

L'incentivo sul conto energia ad oggi pagato solo sull'energia elettrica effettivamente prodotta da pannelli fotovoltaici, si affianca al conto termico che stima le produzione annua di alcune tipologie di intervento mirato all'ottenimento del risparmio energetico proveniente da fonti rinnovabili.
Il gestore dei servizi energetici Gse e il comitato termotecnico italiano, il Cti, predispongo le linee guida per l'installazione di contatori termici per l'invio telematico dei dati.

Le tipologie di intervento su cui ottenere gli incentivi sono due: la posa in opera di sistemi di efficientamento energetico su pareti e coperture da attuare per gli edifici adibiti alla pubblica amministrazione, indicate all’art.1, comma 2 del d.lgs. 165/2001, e gli impianti di produzione di energia termica per Pa e privati, quali condomini, imprese e persone fisiche.

Gli interventi incentivati per l'incremento dell'efficienza enegetica su edifici esistenti sono: l'isolamento termico di edifici, la sostituzione di impianti di climatizzazione invernale esistenti con impianti di climatizzazione che utilizzano generatori di calore a condensazione, l'installazione di sistemi di schermatura di chiusure trasparenti.

La produzione incentivabile da conto energia termico prodotta da fonti rinnovabili prevede l'installazione di collettori termici, la sostituzione di impianti di climatizzazione invernale esistenti con impianti di climatizzazione invernale utilizzanti pompe di calore elettriche o a gas e geotermiche, l'installazione di collettori solari termici.

L'incentivo si ottiene al massimo per un numero di 5 rate annuali e in 2 anni per i lavori che riguardano le abitazioni private, con un rimborso del 20 % circa delle spese  sostenute calcolate caso per caso al momento del progetto. Calcolato sulle prestazioni, l'incentivo si diversifica in base alle zone climatiche e legato al tipo di installazione effettuata. La detrazione fiscale decennale del 55% non cambia, ma prende la forma di un contributo versato da Gse direttamente sul conto corrente del responsabile dell'intervento.


Hai trovato interessante l’articolo “Conto termico 2013”?

All’interno delle pagine del portale, puoi trovare numerose news ed altri contenuti di approfondimento relativi al mondo dell’architettura, arredamento e design ed, in modo particolare, alle tematiche: News.
Buona lettura!

Le fotografie appartengono ai rispettivi proprietari. Ad culture: portale di informazione su architettura e design non rivendica alcuna paternità e proprietà ad esclusione di dove esplicitata.
Vi invitiamo a contattarci per richiederne la rimozione qualora autori.