Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

Con la mostra “Eames By Vitra” Firenze ospita un pezzo di storia del design

Il design che ha fatto storia approda in Toscana. Si è inaugurata lo scorso 14 giugno presso la Sala della Musica di Firenze (ex tribunale) la mostra "Eames by Vitra", retrospettiva che ripercorre la collaborazione tra Charles e Ray Eames, due tra gli artisti più influenti del Novecento, e l'azienda di arredamento Vitra. La mostra, organizzata dal Comune di Firenze, con il patrocinio di ADI Toscana, A/I/S/Design, IED-Firenze, ISIA-Firenze e in partnership con Selfhabitat, resterà aperta al pubblico fino al 13 luglio.

Il tocco moderno e innovativo con cui la coppia di designer americani ha caratterizzato i prodotti di arredamento sono diventati ben presto dei cult ancora oggi apprezzati per il loro stile ricercato e che non appassisce davanti alle mode del momento. Sedie, mobili, sgabelli, oggetti ormai nel mito come la "Lounge Chair & Ottman" possono essere ammirati nella suggestiva location fiorentina. Un vero e proprio excursus storico che ripercorre la carriera dei due artisti attraverso le loro creazioni funzionali e sobrie capaci di influenzare e cambiare le abitudini quotidiane della nostra vita. Charles e Ray si sono incontrati nel 1940 mentre la collaborazione con Vitra è iniziata nel 1953. Impagabili ricercatori di nuove linee e abili sperimentatori, grazie alla loro sensibilità artistica gli Eames sono stati giustamente inseriti tra le personalità che più hanno contribuito alla centralità del design nelle nostre vite. 

Hai trovato interessante l’articolo “Con la mostra “Eames By Vitra” Firenze ospita un pezzo di storia del design”?

All’interno delle pagine del portale, puoi trovare numerose news ed altri contenuti di approfondimento relativi al mondo dell’architettura, arredamento e design ed, in modo particolare, alle tematiche: I viaggi nel design.
Buona lettura!

Le fotografie appartengono ai rispettivi proprietari. Ad culture: portale di informazione su architettura e design non rivendica alcuna paternità e proprietà ad esclusione di dove esplicitata.
Vi invitiamo a contattarci per richiederne la rimozione qualora autori.