Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

Architetture sanitarie: un esempio di ospedale vicino ai pazienti

Pensando a come dovrebbe essere l'ospedale del futuro, ci immaginiamo una struttura sanitaria non solo qualificata dal punto di vista professionale ma anche dal punto di vista etico, dove i pazienti devono sentirsi come a casa. E in quest'ultimo punto gioca molto il fattore architettonico.

Prendiamo esempio dal Woy Woy Hospital, unità di riabilitazione nel New South Wales (in Australia), i cui lavori di costruzione sono iniziati nel 2012. Il progetto si rifa all'edilizia residenziale basandosi su materiali come legno e mattoncini e strutture con verande e cortili.

Architetture sanitarie: un esempio di ospedale vicino ai pazientiLo studio Woods Bagot, mente del progetto, ha puntato su spazi verdi, aperti e una struttura che somigli più ad una casa che a un ospedale. Sono venuto fuori tanti piccoli nuclei abitativi caratterizzati da grandi vetrate che si affacciano sul parco, accanto all'istituto sanitario principale, raggiungibile a piedi attraverso cortili immersi nel verde. Il legno, sinonimo di calore, avvicina anch'esso all'idea di sembrare in un'abitazione. Anche il tetto a forma triangolare ha una sua funzione, perché fa in modo che i raggi solari illuminano e riscaldano gran parte dell'area.

Dietro al progetto c'è tutta una filosofia che, riassunta in un concetto, intende offrire ai pazienti un luogo accogliente così da accelerare il percorso di guarigione.

 

 

 

Hai trovato interessante l’articolo “Architetture sanitarie: un esempio di ospedale vicino ai pazienti”?

All’interno delle pagine del portale, puoi trovare numerose news ed altri contenuti di approfondimento relativi al mondo dell’architettura, arredamento e design ed, in modo particolare, alle tematiche: Architettura.
Buona lettura!

AD Culture | Architetture sanitarie: un esempio di ospedale vicino ai pazienti

Foto derivata da questa foto

Architetture sanitarie: un esempio di ospedale vicino ai pazienti

Foto derivata da questa foto

Le fotografie appartengono ai rispettivi proprietari. Ad culture: portale di informazione su architettura e design non rivendica alcuna paternità e proprietà ad esclusione di dove esplicitata.
Vi invitiamo a contattarci per richiederne la rimozione qualora autori.