Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

Monte Castello, un rudere del medioevo da ristrutturare

Non capita di rado di vedere torri arroccate e lasciate abbandonate, in ogni frazione o paesino di campagna, magari sepolta da erbe selvatiche e dal bosco possono emerge solo timidamente, le torri un tempo sinonimo di forza e difesa di un popolo. Monte Castello ne ha una, e del suo recupero se ne sono occupate due studentesse della Facoltà di Architettura di Parma, Martina Bianchi e Elisa Albertini che hanno ricevuto la medaglia d'argento per la terza edizione del Premio Domus 2012 nella sezione Tesi di Laurea Specializzazione o Dottorato.

Un antico nucleo difensivo risalente al periodo medievale dell'anno tra il 1062 al 1100 da parte dei Canossa, appartenente a un castello, un borgo antico, di cui oggi si parla di Patrimonio Unesco. La ricerca storico strutturale della torre di guardia di Monte Castello in provincia di Reggio Emilia è oggetto di restauro e valorizzazione del progetto della tesi proposta. Appronfondimenti hanno consentito di capire quali sono gli interventi strutturali consentiti. Il rudere che manca della parte superiore, viene ricostruito secondo parametri murari mirati, accompagnati da opere di consolidamento strutturale che non cambiano i connotati della torre originaria.

Una nuova struttura di sostegno è l'anima della proposta, che non si limita a sorreggere la torre ma come ogni torre abbia la peculiarità di fungere da punto di vista del paesaggio circostante con la possibilità implicita di visitarla al suo interno. Monte Castello - Albertini, Bianchi - Analisi del degrado Monte Castello - Albertini, Bianchi - Prospetti

Hai trovato interessante l’articolo “Monte Castello, un rudere del medioevo da ristrutturare”?

All’interno delle pagine del portale, puoi trovare numerose news ed altri contenuti di approfondimento relativi al mondo dell’architettura, arredamento e design ed, in modo particolare, alle tematiche: Architettura.
Buona lettura!

Le fotografie appartengono ai rispettivi proprietari. Ad culture: portale di informazione su architettura e design non rivendica alcuna paternità e proprietà ad esclusione di dove esplicitata.
Vi invitiamo a contattarci per richiederne la rimozione qualora autori.