Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

‘Atrium’

Negli ultimi venti anni, 'Atrium' nel Centre point, l'edificio che una volta aveva il titolo di edificio più alto di Londra.
Recentemente 'Atrium' si è lanciato nella vendita dei migliori prodotti di illuminazione - nuova mossa commerciale. Questo a portato ad un brief di progetto che ha richiesto uno spazio interattivo aperto, con una reception centrale.
‘Atrium’
'Studio RHE' ha risposto al Brief progettando uno spazio coreografico intrecciando quinte che utilizzano una serie di pannelli rotanti, ad incastro ed incernierati che trasformano lo spazio illuminato diurno in uno showroom buio, notturno con una semplice rotazione.
‘Atrium’
Queste pareti rotanti permettono alla luce naturale di fare il gioco giorno-notte, tutto il giorno.
'Studio RHE' ha predisposto un ricco mix di materiali tattili , resina lucida ,traversine di legno rigenerato Yara. L’involucro spaziale è stato mantenuto bianco pulito una sorta di tavolozza itonza, accentuata da un verde acido brillante utilizzato in tutto i bordi dei pannelli come un highlight luminoso.
Infine, è stato creato uno spazio di incontro oscurato 'sancta sanctorum' con controllo di illuminazione ed accessori intonacati integralmente all'interno delle mura.
‘Atrium’
Il restiling è proseguito all'intero dello spazio uffici in cui i banchi sono disposti lungo una parete diagonale con schermi integrati e al netto di navigazione cabine che si affacciano sul showroom a doppia altezza e di piazza.

Hai trovato interessante l’articolo “‘Atrium’”?

All’interno delle pagine del portale, puoi trovare numerose news ed altri contenuti di approfondimento relativi al mondo dell’architettura, arredamento e design ed, in modo particolare, alle tematiche: Architettura.
Buona lettura!

Le fotografie appartengono ai rispettivi proprietari. Ad culture: portale di informazione su architettura e design non rivendica alcuna paternità e proprietà ad esclusione di dove esplicitata.
Vi invitiamo a contattarci per richiederne la rimozione qualora autori.