Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

Atollo: un’icona nel campo dell’illuminazione

Atollo, con le sue varie versioni, è divenuta ormai un'icona nel campo dell'illuminazione, simbolo di sdesign in tema di lampade. Disegnata da Vico Magistretti nel 1977 per Oluce, vinse nel 1979 il Compasso d'Oro e da allora è entrata a far parte delle collezioni permanenti dei maggiori musei di design, oltre a far parte dell'arredamento di molte case abitate da intenditori.

Tre di questi esemplari, Atollo 235, la Atollo 237 e la Atollo 236, sono, tra l'altro, andati in premio, lo scorso 30 settembre, ai primi tre classificati del concorso "Oluce Be Mine": Marta Latini, Gabriella Lattari e Lucio Virzì.

L'azienda ha deciso di conferire anche 5 menzioni speciali ad altrettanti racconti che si sono distinti tra tutte le storie arrivate e che riceveranno una Cand-led 205 di Marta Laudani e Marco Romanelli.


 

 

Atollo: un'icona nel campo dell'illuminazione

Foto derivata da questa foto

Foto derivata da questa foto

Le fotografie appartengono ai rispettivi proprietari. Ad culture: portale di informazione su architettura e design non rivendica alcuna paternità e proprietà ad esclusione di dove esplicitata.
Vi invitiamo a contattarci per richiederne la rimozione qualora autori.