Architettura e Design


 


Il catasto dei boschi in città

Nasce in Lombardia, prima regione in Italia e tra le prime in Europa, dietro progetto Emonfur

0
Pubblicato da La Redazione Ad Culture in NEWS
Il catasto dei boschi in città

In Lombardia, prima regione in Italia e tra le prime in Europa, debutta un catasto dei boschi urbani che costituiscono un patrimonio importantissimo per la città, polmoni verdi da salvaguardare per la salute dell’uomo e dell’ambiente. L'inventario sarà completo di cartografie, caratteristiche delle specie arboree e loro stato di salute, notizie sulla fauna e sarà messo a disposizione di ricercatori e cittadini che intendano studiare queste oasi di biodiversità.

Liniziativa è resa possibile grazie al progetto Emonfur che monitora e salvaguardia le aree boschive sorte alla metà degli anni 70 dopo che le aree degradate sono state “inverdite” così come i terreni agricoli in prossimità delle città.

Questa iniziativa si inserisce negli obiettivi proposti dalla Unione Europea in materia di politiche ambientali. Sono state quindi censite e inventariate tutte le aree boschive urbane lombarde formatesi a seguito degli importanti progetti di riforestazione avviati negli ultimi trent’anni. Esempi sono il Parco Nord di Milano, la foresta Carpaneta di Mantova, il bosco di Maristella nei pressi di Cremona, i boschi di pianura di Pontirolo Nuovo e di Casirate d’Adda in provincia di Bergamo, il Parco del Mella di Brescia e il Bosco del Lusignolo a San Gervasio Bresciano (Bs), la Grande Foresta del Fondovalle Valtellinese della provincia di Sondrio o quella della Pianura di Lodi

Queste aree rappresentano importanti ecosistemi naturali, ricchi di biodiversità e collegati alla più vasta rete ecologica che comprende il territorio rurale e sono in grado di influire positivamente sul clima delle città, migliorando la qualità di vita dei suoi abitanti.

I lavori di inventariazione delle foreste urbane e periurbane e il loro accatastamento saranno terminati e resi pubblici a fine gennaio 2014.


Le fotografie appartengono ai rispettivi proprietari. Ad culture: portale di informazione su architettura e design non rivendica alcuna paternità e proprietà ad esclusione di dove esplicitata.
Vi invitiamo a contattarci per richiederne la rimozione qualora autori.

AUTORE

Ad Culture La Redazione
AD CULTURE
LA REDAZIONE

La redazione di Ad Culture si occupa di scovare le novità più interessanti, le notizie più fresche e di approfondire le tematiche più dibattute nel mondo del design e dell'architettura.






Lascia un Commento



Caratteri rimanenti:

Inserisci il codice presente nell'immagine sovrastante