Architettura e Design


 


Arredi in metallo fanno brillare un vecchio opificio

Realizzati da Fucina Metal Art & Design

0
Pubblicato da La Redazione Ad Culture in PROGETTI
Arredi in metallo fanno brillare un vecchio opificio

Uno speciale allestimento in un vecchio opificio nella Brianza lecchese: protagonisti gli arredi – principalmente in metallo, spesso arricchito e reinterpretato con contaminazioni di materiali
molto diversi tra loro – realizzati da Fucina Metal Art & Design. Forme, materiali, lavorazioni e trattamenti inediti per oggetti che hanno animato lo spazio, un quadrato di sei metri per sei che conserva i caratteri tipici dei laboratori artigianali tessili, molto diffusi in questa zona.

La progettazione dello spazio, firmata dall’architetto Sergio Fumagalli, ha giocato sul rapporto fra la natura dell’involucro ed il carattere del materiale esposto. I pezzi in mostra dialogano con la matericità dei muri, l’essenzialità della perlinatura del controsoffitto che asseconda il disegno delle capriatelle di copertura, il disegno antico e grezzo dei serramenti in ferro. “Ci è sembrato interessante ricreare, dentro a questo micro paesaggio di architettura industriale, una serie di ambienti del nostro lavoro”, spiega l’architetto, “dove il saper pensare l’architettura si coniuga con il saper fare il prodotto artigianale”. I materiali introdotti nell’allestimento, che fanno da supporto ai pezzi esposti, sono solo due e fungono da elementi ordinatori del piccolo spazio quadro.

La pavimentazione in OSB naturale è disegnata con una griglia fatta di linee intersecanti in piatti di ferro crudo che definiscono gli ambiti e le giaciture, assecondando la modularità delle librerie e dei banconi. I pannelli divisori sono in teli appesi di acciaio inox a maglia rettangolare e creano ambienti dedicati: animati da credenze e basi distorte, supportano illustrazioni che rimandano al mondo
dell’architettura.

La costruzione di manufatti impiega materiali che sono prevalentemente metalli, a volte traforati, a volte trattati con particolari finiture che sperimentano l’applicazione di resine metalliche e siliconiche, ossidazioni e trattamenti con acidi. L’incidenza della luce naturale su superfici accartocciate e lucidate crea effetti di vibrazione particolari e affascinanti. I metalli si combinano poi con altri materiali, come bambù, osb, pietra, tessuto.

Protagonisti dell’allestimento sono le collezioni Plus, Distorsioni e Blacksmith's Furniture (con armadi, sgabelli, consolle e tavolo).




Le fotografie appartengono ai rispettivi proprietari. Ad culture: portale di informazione su architettura e design non rivendica alcuna paternità e proprietà ad esclusione di dove esplicitata.
Vi invitiamo a contattarci per richiederne la rimozione qualora autori.

AUTORE

Ad Culture La Redazione
AD CULTURE
LA REDAZIONE

La redazione di Ad Culture si occupa di scovare le novità più interessanti, le notizie più fresche e di approfondire le tematiche più dibattute nel mondo del design e dell'architettura.






Lascia un Commento



Caratteri rimanenti:

Inserisci il codice presente nell'immagine sovrastante