Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

Quarta edizione per il convegno firmato SanMarco

Si è tenuto venerdì 16 marzo 2012 a Perugia presso il settecentesco Teatro del Pavone la quarta edizione del Convegno SanMarco: "Architettura cosciente, Architettura appropriata".

Il palcoscenico del teatro è stato da sfondo alla "rappresentazione” -dibattito architettonico, di altissimo livello. In questo quarto appuntamento si sono alternate testimonianze di architetti contemporanei di diverse generazioni in diversi contesti che hanno visto come prestigiosa location la città di Perugia.

Si sono confrontati importanti studi di architettura contemporanea, Paolo Luccioni, Andrea Bruno, Enrico Molteni, Andrea Liverani, Laura Zampieri, 5+1AA i quali hanno presentato sperimentalità applicative consolidate, logiche di metodologie progettuali coscienti e sostenibili.

Un linguaggio, quello del laterizio che è esperienza, tradizione e in qualche modo anche parte di un’evoluzione tecnologica e compositiva.
SanMarco, azienda leader tra i produttori di sistemi in laterizio per l’architettura che da anni investe nel sostegno alla cultura e al dibattito architettonico attribuire al progetto la responsabilità di un’architettura cosciente
I cinque i filoni tematici del convegno perugino sono stati: “La materia del Paesaggio”, “Moderno e Antico”, “Natura e Paesaggio”, “Abitare i luoghi”, “Linguaggi della Contemporaneità”.

Anche in questa edizione, le precedenti edizioni, che si erano svolte a Milano (2009), a Venezia (2010) e a Firenze (2011), hanno visto tra i relatori, architetti del panorama nazionale e internazionale come Boris Podrecca, Isolarchitetti, Giancarlo De Carlo Associati, Molteni e Liverani, Citterio e Viel Associati, Danilo Guerri, Angelo Torricelli, Mauro Galantino, C+S Cappai Segantini, Benedetta Tagliabue, Paolo Zermani, Adolfo Natalini, Giovanni Vaccarini, Andreas Kipar, Paolo Luccioni, Andrea Bruno, Enrico Molteni, Andrea Liverani, Laura Zampieri e 5+1AA, Marcello Balzani.
L’importanza del Convegno come momento d’incontro ha fatto sì che alle istituzioni, le realtà culturali locali e regionali si siano aggregati i patrocini del Comune di Perugia, della Fondazione Umbra per l’Architettura, dell’IN/ARCH - Istituto nazionale di Architettura, dell’ANCI - Associazione Nazionale dei Comuni Italiani, e del FAI - Fondo Ambiente Italiano, oltre a quelli dell’Ordine degli Architetti, P.P. e C. della provincia di Perugia, dell’Ordine degli Ingegneri della provincia di Perugia, del Collegio dei Geometri e Geometri Laureati della Provincia di Perugia e dell’ANTEL - Associazione Nazionale Tecnici Enti Locali.

Le fotografie appartengono ai rispettivi proprietari. Ad culture: portale di informazione su architettura e design non rivendica alcuna paternità e proprietà ad esclusione di dove esplicitata.
Vi invitiamo a contattarci per richiederne la rimozione qualora autori.