Design con materiali di recupero: il progetto Barrel
Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

Design con materiali di recupero: il progetto Barrel

Abbiamo visto da vicino il suo progetto durante il Tortona Design Week (FuoriSalone 2013): Barrel 12. Stiamo parlando di Francesca Cutini, la mente ideatrice che ha pensato, mentre stava ristrutturando un casale in Umbria, di riutilizzare dei fusti riciclati.

"Ho trovato un barile, - ci scrive - l’ho tagliato, aperto ed è nata l’idea del Barrel su ruote che diventava una libreria per un giardino letterario. Poi con questo progetto siamo stati invitati dalla curatrice Alessandra Coppa al Festival dei giardini di Monza". In pratica la sua collezione utilizza barili recuperati, li taglia e li trasforma, facendoli diventare opere uniche.

"Ero stufa del design laccato, - continua - e volevo disegnare dei pezzi forti, numerati, assemblati da me e dal fabbro nella sua bottega. Avevo il desiderio di creare degli oggetti che una volta acquistati, potevo guardarli come sculture, come pezzi unici. Io credo che il mondo ha bisogno di pochi pezzi tecnologici e semplici. Il designer di adesso deve realizzare dei progetti intelligenti, tecnologici e di recupero. Questo secondo me è quello che vorrei trasferire agli altri, ai giovani che si affacciano in questo meraviglioso mondo del design e dell’arte".

L'obiettivo di Francesca, nata a Perugia ma milanese di adozione (il suo studio è a Milano in via Giotto 29), è di voler realizzare oggetti numerati come la collezione Barrel 12, edizione limitata.

Studiododici, fondato da Francesca nel 2004 insieme ad altri soci, si occupa di progettazione architettonica e interior design, realizzando abitazioni sia in Italia che all’estero e ristrutturando palazzi, casali, alberghi e molte abitazioni private. Altri oggetti particolari di design sono stati disegnati per un manager come i tavoli in ferro industriale con asse da cantiere oppure il tavolo in corten con legno in larice invecchiato, per uno chalet a Verbier.








Le fotografie appartengono ai rispettivi proprietari. Ad culture: portale di informazione su architettura e design non rivendica alcuna paternità e proprietà ad esclusione di dove esplicitata.
Vi invitiamo a contattarci per richiederne la rimozione qualora autori.