Architettura e Design


 


Eco-architettura: materiali alternativi in edilizia

Dal bambù ai rami di salice, tutti elementi green che possano dare ottime prestazioni negli edifici

Eco-architettura: materiali alternativi in edilizia

Grande attenzione al verde e al costruire sostenibile. Da un po' di tempo si discute del verde come materiale edile, ma non nell’accezione di elemento decorativo come il “verde verticale” tanto in voga.

Per esempio, il bambù è un materiale da costruzione usato da alcuni architetti nei loro progetti dove coniugano low e high tech. Il bambù, in quanto fatto di fibre e non da elementi tutti uguali e calcolabili, è un materiale selvaggio, che, tuttavia, può essere combinato con altri materiali come l'acciaio.

Progetti alternativi in edilizia possono essere realizzati con materiali come tetrapak, carta cemento, bottiglie di vetro, terra battuta e copertoni recuperati che possano dare ottime prestazioni.

Per quanto riguarda la paglia, Paolo Robazza ne ha presentato le ottime qualità termoisolanti, a basso impatto ambientale ed elevate prestazioni energetiche a costi contenuti. Oltre al comfort abitativo che un edificio in paglia può offrire, questo materiale è da considerarsi normalmente infiammabile, ma una volta intonacate, in argilla o terra cruda, le balle in paglia, che devono essere asciutte per evitare la marcescenza (la muffa per interdersi), sono protette e resistono a 1100 °C per 90 minuti, rispondendo alle normative antincendio europee. Inoltre essendo molto pressate non hanno ossigeno al suo interno e quindi non si innesca una reazione di combustione. Tra gli esempi reali di costruzioni in paglia c'è l’ecovillaggio Eva, realizzato in autocostruzione in provincia dell’Aquila, dopo il sisma.

Costruire con la terra cruda, più che un modo di edilizia innovativa, è invece strettamente connesso con la tradizione, in quanto è il primo materiale usato per le costruzioni. Tutt’altro che alternativo l'edificio in terra cruda è salubre e fertile essendo riciclabile per intero.

Tra le ultime tendenze green troviamo i rami di salice per assicurarci delle costruzioni "pulite" e Marcel Kalberer risulta essere tra i massimi esperti di costruzioni in salice, che ha sottolineato come costruire con la natura sia una sfida che abbraccia sia l’ecologia sia la sociologia.


Le fotografie appartengono ai rispettivi proprietari. Ad culture: portale di informazione su architettura e design non rivendica alcuna paternità e proprietà ad esclusione di dove esplicitata.
Vi invitiamo a contattarci per richiederne la rimozione qualora autori.

AUTORE

Ad Culture La Redazione
AD CULTURE
LA REDAZIONE

La redazione di Ad Culture si occupa di scovare le novità più interessanti, le notizie più fresche e di approfondire le tematiche più dibattute nel mondo del design e dell'architettura.






Lascia un Commento



Caratteri rimanenti:

Inserisci il codice presente nell'immagine sovrastante