Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

I vincitori di “Design senza età”

Alla Borsa Merci di Arezzo sono stati decretati i vincitori della prima edizione del concorso "Il design senza età", di cui abbiamo parlato in questi giorni.

Il primo premio è stato aggiudicato a Francesco Papa, studente della classe quarta del Liceo artistico “Piero della Francesca” di Arezzo, con la sua Tree library. L’idea è stata di utilizzare la forma di un albero per rappresentare la storia di una famiglia creando un oggetto che aiuta a conservare ricordi, fotografie e libri.

Secondo premio alla Cassettiera mobile Swivel dall’apertura facilitata progettata da Federico Ginestroni. Lo studente ha preso in esame la difficoltà che molte persone, soprattutto anziani, hanno a muoversi, progettando così un oggetto che si muova per loro, facilitando certe operazioni e assolvendo più funzioni contemporaneamente. Si tratta in pratica di una cassettiera mobile, su rotelle, di forma arrotondata, con cassetti che si aprono ruotando intorno ad un perno, con estrema facilità e senza fare fatica. I cassetti hanno dimensioni diverse e possono quindi facilitare la ricerca degli oggetti contenuti. Si adatta a diversi ambienti della casa, dalla camera da letto, dove può essere usato come comodino, a cucina, bagno e salotto. 

Terza classificata la cucina a misura d'uomo Flowing di Sofia Bucaletti senza scomparti o cassetti troppo bassi o troppo alti, per evitare movimenti faticosi soprattutto a chi ha perso l’elasticità di un tempo. Oltre alle sue qualità tecniche ed ergonomiche, la cucina è studiata anche per il calore dei suoi colori, che vanno dal verde oliva degli sportelli in bioplastica al colore del legno riciclato.

Mentre il premio speciale “Ecostreet” ad Arianna Patacchini per il cestino della spesa Box bend, semplice ma molto funzionale. È un cestino per fare la spesa, con una base fissa e quattro lati pieghevoli, in modo da poterlo riporre senza ingombrare troppo. Ideale per sostituire le buste di plastica che si rompono facilmente, non inquinante. È resistente ma allo stesso tempo maneggevole con un manico anch’esso pieghevole che ne facilita la presa.

Tutti i vincitori sono stati premiati con buoni acquisto del valore compreso fra 400 e 200 euro.

Altro oggetto da evidenziare è Crop board di Gaia Buccianti. È un tavolo ideale per tutti gli appassionati di giardinaggio, che così possono prendersi cura di fiori e piante senza patire troppo il mal di schiena. Crop board infatti è progettato su due livelli: uno più basso ma non troppo per sistemare vasi e piantine, uno più alto che è il piano di lavoro vero e proprio, per rinvasare, potare sistemare con paletta e rastrello. Ha una linea stondata e totalmente ispirata a elementi naturali: le gambe ad esempio sembrano rami e con le piccole sporgenze offrono utili ganci per appendere utensili, strofinacci, ecc...

Anche le pinze di memoria di Alessio Bianchi racchiudono un profondo significato. La pinza, infatti, concepita come una grossa molletta, è ideale per appendere ricordi, immagini, note. La sua forma svolge anche una funzione di supporto. Grazie allo sviluppo circolare, che ricorda un manico di bastone, può essere utilizzata per appendere ombrelli, indumenti, gioielli. Una piccola vite permette di fissare l’oggetto su tutti i tipi di pareti in qualsiasi ambiente. È da realizzarsi in legno con colori delicati e freschi che producano sensazioni piacevoli.

I giovani designer hanno fatto indagini preliminari tra i loro conoscenti per capire quali fossero le reali necessità degli anziani e poi hanno pensato ad oggetti che li aiutassero a superare le difficoltà motorie, di vista o di memoria.

Hai trovato interessante l’articolo “I vincitori di “Design senza età””?

All’interno delle pagine del portale, puoi trovare numerose news ed altri contenuti di approfondimento relativi al mondo dell’architettura, arredamento e design ed, in modo particolare, alle tematiche: Architettura.
Buona lettura!

Le fotografie appartengono ai rispettivi proprietari. Ad culture: portale di informazione su architettura e design non rivendica alcuna paternità e proprietà ad esclusione di dove esplicitata.
Vi invitiamo a contattarci per richiederne la rimozione qualora autori.