Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

Cinema e architettura si incontrano nell’evento “La Città Che Sale”

Cinema e architettura si incontrano nell'evento "La Città Che Sale". Due giorni per indagare il rapporto tra cinema e "città” attraverso una staffetta di proiezioni, incontri ed anteprime dedicate al cinema che ha raccontato il mondo urbano e lo ha interpretato e reinterpretato tra visioni futuristiche e speculazione edilizia, utopie architettoniche e degrado delle periferie. 

La rassegna cinematografica - promossa da Campo&Controcampo-Storie di Cinema, Camera di Commercio di Siena, Fondazione Sistema Toscana e Cooperativa Nuova Immagine-Cinema Nuovo Pendola e realizzata con il patrocinio di Comune di Siena, Università degli Studi di Siena e Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti, Conservatori della Provincia di Siena - quest'anno propone un itinerario di viaggio alla scoperta di un immaginario urbano in continua evoluzione. Ritratti in movimento di città che nel corso dei millenni si sono dilatate, implose, decadute e scomparse, persino risorte e che qui ci vengono restituite attraverso la lente e i linguaggi del cinema.

Otto film d’autore saranno proiettati il 24 e 25 novembre a Siena presso il Cinema Nuovo Pendola e faranno da preludio all'evento previsto nella primavera del 2015: la tavola rotonda sul tema “La città del futuro”.  

"La Città Che Sale" punta i riflettori sulle trasformazioni urbane avvenute soprattutto tra il Novecento e il XXI secolo che hanno cambiato il nostro immaginario culturale e collettivo, interrogandosi sul futuro della polis di porzioni sempre più vaste di cittadini del mondo a partire da due focus tematici pensati come due capitoli di un racconto a più voci: “Il sogno dell’architetto” e “Le mani sulla città: speculazione edilizia, criminalità organizzata e il malessere delle periferie”.

Le fotografie appartengono ai rispettivi proprietari. Ad culture: portale di informazione su architettura e design non rivendica alcuna paternità e proprietà ad esclusione di dove esplicitata.
Vi invitiamo a contattarci per richiederne la rimozione qualora autori.