Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

Antonia Astori

Antonia Astori è la promotrice e musa di Driade, azienda per cui ha contribuito alla definizione d’immagine. Si laurea nel 1966 in Industrial e Visual Design all'Athenaeum di Losanna. Nel 1968 inizia la collaborazione con il fratello Enrico, architetto e fondatore di Driade. Comincia la sperimentazione su rivoluzionari sistemi flessibili di contenitori a parete, di cui intuisce le potenzialità formali. Il primo progetto, Driade 1, concepito essenzialmente come infrastruttura di divisione per spazi interni, è uno studiatissimo sistema di volumi indipendenti, autonomi, compenetrabili e componibili. Che ottiene un grande successo. Sulla scia nascono i successivi sistemi di contenitori: Oikos, Bric progettato con Enzo Mari, Kaos, Pantos, Fuoko. Tutti ancora in produzione, come la serie di contenitori Pandora. Parallelamente, all'attività di designer si affianca quella di progettista d'interni e nel 1984 inizia la collaborazione con gli stilisti francesi Marithé e François Girbaud. I negozi di Parigi, Bruxelles, Montréal, S. Francisco, Milano e Aix En Provence sono il risultato di questo felice incontro. Negli anni ’90 prende il via l’espansione degli showroom Driade nel mondo: si parte da Milano nel 1994, si passa per Berlino nel 1996, poi Tokyo nel 1997 e Roma nel 2001.

Hai trovato interessante l’articolo “Antonia Astori”?

All’interno delle pagine del portale, puoi trovare numerose news ed altri contenuti di approfondimento relativi al mondo dell’architettura, arredamento e design ed, in modo particolare, alle tematiche: Storie di Architetti.
Buona lettura!

Le fotografie appartengono ai rispettivi proprietari. Ad culture: portale di informazione su architettura e design non rivendica alcuna paternità e proprietà ad esclusione di dove esplicitata.
Vi invitiamo a contattarci per richiederne la rimozione qualora autori.