Architettura e Design


 


Sulla scia dello "slowdesign", nasce il mobile T

Progettato dallo studio aretino Superplum, ha molteplici funzioni

0
Pubblicato da La Redazione Ad Culture
Sulla scia dello

Un oggetto creato per essere utilizzato in più modi è il "mobile T", progettato dallo studio aretino SuperPlum e realizzato da artigiani di Arredamenti Caneschi e Officine Sbragi, sempre in provincia di Arezzo.



I materiali utilizzati per questo mobile sono vari: dalla gomma al metallo, al truciolare, al sucupira, al palissandro al medium densit; il tutto assemblato ispirandosi ai colori e alle forme della Toscana e dei suoi mastri artigiani.

Lo studio, fondato ad Arezzo dal designer Leonardo Coradeschi e dagli architetti Giuliana Frangipani ed Emanuele Petrucci, crea, progetta infatti spazi e prodotti dalla forte identità, dove il recupero dei materiali segue proprio la natura. Si tratta di un team di professionisti poliedrici e dinamici, con un occhio di riguardo alla tradizione manifatturiera toscana sempre però stando attenti ai nuovi trend del design internazionale.


Foto derivata da questa foto
Foto derivata da questa foto
Le fotografie appartengono ai rispettivi proprietari. Ad culture: portale di informazione su architettura e design non rivendica alcuna paternità e proprietà ad esclusione di dove esplicitata.
Vi invitiamo a contattarci per richiederne la rimozione qualora autori.

AUTORE

Ad Culture La Redazione
AD CULTURE
LA REDAZIONE

La redazione di Ad Culture si occupa di scovare le novità più interessanti, le notizie più fresche e di approfondire le tematiche più dibattute nel mondo del design e dell'architettura.