Architettura e Design


 


Con "Aberrant Architecture" al MAXXI si parla di architettura mobile

Il ciclo di incontri si inaugura martedì 16 settembre

Con

L'architettura mobile sta generando dibattiti interessanti anche a causa del suo linguaggio innovativo e moderno capace di ribaltare canoni stilistici convenzionali. Al MAXXI di Roma va in scena "Mobile architecture", un ciclo di quattro incontri che analizzano questa forma architettonica e artistica contemporanea attraverso le esperienze di studi internazionali. Si tratta di un itinerario visivo, condotto dagli stessi architetti, che rivela le potenzialità di esempi unici, leggeri, trasportabili e adattabili ai più diversi contesti con estrema agilità. L'iniziativa è curata da Emilia Giorgi.

Martedì 16 settembre alle ore 20 è in programma il primo incontro dal titolo "Aberrant Architecture" (ingresso libero). David Chambers e Kevin Haley, dello studio inglese Aberrant Architecture, illustreranno le loro strutture multifunzionali dai colori sgargianti, pensate per abitare lo spazio pubblico e ospitare attività commerciali, culturali e ludiche per adulti e bambini.

I prossimi incontri sono in programma il 23 settembre, il 2 e 7 ottobre.


Le fotografie appartengono ai rispettivi proprietari. Ad culture: portale di informazione su architettura e design non rivendica alcuna paternità e proprietà ad esclusione di dove esplicitata.
Vi invitiamo a contattarci per richiederne la rimozione qualora autori.

AUTORE

Ad Culture La Redazione
AD CULTURE
LA REDAZIONE

La redazione di Ad Culture si occupa di scovare le novità più interessanti, le notizie più fresche e di approfondire le tematiche più dibattute nel mondo del design e dell'architettura.






Lascia un Commento



Caratteri rimanenti:

Inserisci il codice presente nell'immagine sovrastante